PASQUA: RISCHIO DI 10 MILA CALORIE PER GLI ITALIANI
PASQUA: RISCHIO DI 10 MILA CALORIE PER GLI ITALIANI
NIENTE DIGIUNO IL ''DAY-AFTER''

Roma, 13 apr. -(Adnkronos)- Gli italiani corrono il rischio di assumere 10 mila calorie a Pasqua e pasquetta. In soli due giorni, tra pranzi e cene, si mangia per una settimana lavorativa e si acquistano quasi due chili. A fare i conti delle trasgressioni alimentari delle festivita' pasquali e' il professor Michele Carruba, presidente dell'Ansisa, Associazione nazionale specialisti in scienza dell'alimentazione.

''Pasqua e pasquetta a tavola, possono portare al nostro organismo un eccesso di calorie quantificabile fino a 10 mila -spiega Carruba- tante quante quelle di cinque giorni. Il problema e' che poi bisogna smaltirle ed il modo migliore e' camminare e fare del moto: approfittare dei giorni di vacanza per fare passeggiate o gite in bicicletta, comunque all'aria aperta e mangiare un po' meno. Non serve assolutamente agire drasticamente e fare digiuno il giorno dopo. Si puo' aiutare l'organismo mangiando 500 calorie in meno al giorno da martedi'. Dopo pasquetta ci si puo' ritrovare con un chilo e mezzo-due in piu'. Attenzione quindi a mangiare 'con la testa' cercando di riequilibrare il metabolismo alterato''.

(Ria/Pn/Adnkronos)