PECORELLI: BADALAMENTI PRESENTE IN AULA
PECORELLI: BADALAMENTI PRESENTE IN AULA
LETTERA AI GIUDICI DI PERUGIA

Roma, 5 Apr - (Adnkronos) - Colpo di scena al processo per l'omicidio di Mino Pecorelli. Tano Badalamenti, il boss mafioso detenuto ad Atlanta, ha scritto personalmente -apprende l'Adnkronos- al Presidente della Corte d'Assise di Perugia, Nannarone, chiedendo di poter partecipare al processo che vede imputati quali mandanti dell'assassinio del giornalista Giulio Andreotti e Claudio Vitalone. Non solo: Don Tano, precisando che il suo avvocato americano non ha i soldi per trasferirsi a Roma, prega lo Stato italiano di voler anticipare le spese, concludendo pero' che, in ogni caso, egli non rinuncera' a comparire in aula.

E' la seconda volta che Badalamenti chiede di essere sentito dai giudici di Perugia, ma in occasione della prima richiesta il Gip Materia ritenne non legittimo provvedere. I chiarimenti chiesti dalla Corte d'Assise del capoluogo umbro alle autorita' giudiziarie di oltreoceano sono arrivati in tempi rapidissimi e cosi' Badalamenti potrebbe arrivare in Italia per l'11 aprile prossimo, data della ripresa del dibattimento. ''E' una svolta per il processo -afferma Alfredo Galasso, avvocato della sorella di Pecorelli, Rosita. Se vuole essre presente, si vede che ha qualcosa di importante da dire. A questo punto il meno che si potra' fare sara' procedere ad un confronto diretto tra Buscetta e Badalamenti''. (segue)

(Gdd/Zn/Adnkronos)