BOT: DINI, DETASSAZIONE MA SOLO PER GLI STRANIERI
BOT: DINI, DETASSAZIONE MA SOLO PER GLI STRANIERI

Roma, 5 apr. (Adnkronos) - Lamberto Dini difende la politica fiscale sui titoli di stato adottata dal suo governo. Al termine della registrazione del 'Maurizio Costanzo Show' chiamato a replicare alla critiche a lui mosse oggi dal Prc in materia di fiscalita' sui titoli di stato, il presidente del Consiglio ha ricordato che ''la detassazione riguarda i non residenti. In tutti i paesi i non residenti sono esenti da questo tipo di imposte. Quindi, se vogliamo che gli stranieri e le istituzioni finanziarie estere detengano anche dei nostri titoli pubblici, abbiamo l'obbligo di adeguare il nostro sistema''.

''In fondo -ha ricordato Dini riferendosi a quanto disposto dal suo esecutivo una ventina di giorni orsono- era gia' cosi', in quanto c'era un rimborso di una imposta del 12 per cento. In questo caso la rendiamo automatica, invece di avere un lasso di tempo fra il pagamento e il rimborso in modo da unire i due momenti in cui si fa l'esenzione. Quindi -ha proseguito- non c'e' nulla di aggiuntivo a quello che e' il sistema esistente. E' soltanto una semplificazione che dovrebbe condurre ad una certa riduzione dei tassi. L'effetto netto dovrebbe essere questo. e' un'operazione concordata sia dalla Banca d'Italia che dal ministero del Tesoro ed e' diretta a tutti quelli che si occupano di mercati finananziari. Quindi non e' un regalo. Quanto all'on. Bertinotti, ho gia' avuto modo di fargli notare che lui riesce ad accettare solo chi fa parte di Rifondazione Comunista. Non c'e' alcun altro partito che vedono con favore. Ollora io gli dico: ''che scelgano il meno peggio e io credo di essere il meno peggio rispetto agli altri''.

(Ruf/Gs/Adnkronos)