RAI: CONTRI (ASSAP) A D'ALEMA, NON E' CASO ANOMALO
RAI: CONTRI (ASSAP) A D'ALEMA, NON E' CASO ANOMALO

Roma, 5 apr. (Adnkronos) - Non e' vero che la Rai, come tv pubblica finanziata da canone e pubblicita' rappresenta un'anomalia in Europa. Alberto Contri, presidente dell'Associazione italiana agenzie di pubblicita', smentisce Massimo D'Alema, dati alla mano. ''In Europa vivono di solo canone Norvegia, Svezia, Finlandia e Inghilterra. Vivono di sola pubblicita' Grecia e Spagna. Vivono di canone e pubblicita' Svizzera, Germania, Irlanda, italia, Olanda, Austria, Belgio e Francia'', afferma il presidente dell'Assap.

''Va ricordato inoltre che a fronte del canone, alla Rai e' concesso un affollamento pubblicitario molto piu' basso di quello permesso alle reti commerciali'', aggiunge Contri, che sottolinea ''Se si parla di dismettere una delle reti pubbliche, occorre certamente pensare ad una rete con una buona audience, un buon fatturato pubblicitario''.

''Il servizio pubblico, (sempre che il servizio pubblico riesca ad offrire alte audience anche con programmi di carattere piu' culturale). E questo e' possibile: Quark ne e' la migliore dimostrazione''.

(Com/Gs/Adnkronos)