RAI: VELTRONI, SI' A LIBERARE PUBBLICITA', MA...
RAI: VELTRONI, SI' A LIBERARE PUBBLICITA', MA...

Roma, 5 apr. (Adnkronos) - ''Due reti ciascuno alla Rai e alla Fininvest e' una proposta che avanzammo anche l'anno scorso in occasione del referendum: e' una proposta di disarmo bilanciato e controllato e di rottura del duopolio''. Walter Veltroni commenta cosi' l'ipotesi D'Alema per il riassetto del sistema radiotelevisivo. Il numero due dell'Ulivo, a margine di una conferenza stampa sul progetto per Roma, afferma inoltre che ''e' assolutamente giusto liberare le risorse pubblicitarie''. Tuttavia ''togliere pubblicita' alla Rai e' una soluzione estrema: si possono studiare altre ipotesi, come quella dell'affollamento dei tetti pubblicitari o altre soluzioni tecniche''. Quello che e' certo e' che ''bisogna liberare risorse per far accedere altri soggetti nel campo televisivo e soprattutto per difendere la carta stampata, particolarmente penalizzata soprattutto dalla concentrazione in mani private della raccolta pubblicitaria''.

A chi gli fa notare che Gianfranco Fini non sembra d'accordo, Veltroni replica ricordando che ''se Fini non avesse fatto l'ostruzionismo al Senato quando si trattava di concorre per i diritti sportivi delle pay tv, probabilmente ora la Rai sarebbe in posizione piu' vantaggiosa''. Quella di Fini e' demagogia da campagna elettorale''. ''Purtroppo -constata Veltroni- la destra ne fa a bizzeffe e credo che il cittadino sia piu' preoccupato dei tagli che la destra propone allo stato sociale, alla sanita', alla maternita'''.

Nessun problema, infine, per l'occupazione dei lavoratori Rai: sara' difesa come lo e' stata in questi anni dall'aggressione subita da parte del monopolio privato''.

(Cor/Pe/Adnkronos)