PILLOLA: GB, AUMENTO DI ABORTI DOPO POLEMICHE SU RISCHI
PILLOLA: GB, AUMENTO DI ABORTI DOPO POLEMICHE SU RISCHI

Londra, 15 apr. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Un aumento del 10 per cento delle interruzioni volontarie di gravidanza si sarebbe registrato dopo l'allerta di farmacovigilanza sulla pillola contraccettiva di terza generazione. Lo riferiscono dati forniti da 28 cliniche dislocate in Inghilterrra e nel Galles.

Secondo il British Pregnancy Adisory Service (Bpas), tra dicembre '95 e febbraio '96, in questi centri sono state praticate 823 interruzioni volontarie di gravidanza in piu' rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le statistiche globali britanniche pero' potranno essere conosciute solo fra alcune settimane.

La denuncia fatta nell'ottobre scorso da parte delle associazioni britanniche di pianificazione familiare che il rischio di tromboembolia venosa causata da questi contraccettivi orali avrebbe potuto provocare un maggior numero di gravidanze indesiderate, sembra dunque essersi avverato.

Alla pubblicazione dei dati da parte del Bpas si accompagnano poi le critiche sul modo in cui il ministero britannico della Sanita' e il comitato di farmacovigilanza ha gestito la questione. Il ministero, secondo il Bpas, avrebbe dovuto precisare innanzitutto che il rischio di gravidanze indesiderate dovute alla sospensione di un trattamento contraccettivo e' piu' rilevante di quello legato ad una eventuale tromboembolia venosa causata dalla pillola di terza generazione.

(Sin/Zn/Adnkronos)