ELEZIONI: CHITI, LA SVOLTA CHE LE REGIONI CHIEDONO A PRODI
ELEZIONI: CHITI, LA SVOLTA CHE LE REGIONI CHIEDONO A PRODI
''MODIFICA DECRETI DELEGATI, RIFORMA STATO, FINANZIARIA...''

Roma, 24 Apr. -(Adnkronos)- Spingere al massimo consentito dalla Costituzione il trasferimento di competenze delegato al governo dalla finanziaria; avviare nei fatti il cambiamento della forma di Stato in direzione del federalismo; anticipare nella finanziaria '97 elementi concreti di federalismo fiscale. Sono i tre ''segnali di svolta'' che le regioni chiedono al governo dell'Ulivo e a Romano Prodi. A farsi portavoce delle esigenze dei governi regionali e locali e' Vannino Chiti, presidente pidiessino della Regione Toscana.

''Il governo del centro-sinistra -spiega Chiti in un intervista all'Adnkronos- deve dare subito alle Regioni i tre segnali di svolta, che peraltro sono inseriti nel programma dell'Ulivo. Primo, spingere fino al massimo consentito dalla Costituzione il trasferimento di competenze in materia di industria, artigianato, turismo e trasporti, con l'approvazione dei decreti delegati inseriti nella finanziaria''.

Secondo, prosegue Chiti, superare il bicameralismo perfetto, istituendo una Camera di rappresentanza territoriale e mettere nero su bianco le proposte per cambiare l'art. 117 della Costituzione. ''Allo Stato centrale vanno lasciate le grandi responsabilita' (dalla politica estera alla difesa, dall'ordine pubblico alla moneta), ma il resto delle competenze legislative e di governo -dice Chiti- va attribuito alle Regioni con piena autonomia e a Province e Comuni per la gestione amministrativa''. Anche per questo, il presidente della regione Toscana invita il Parlamento ad inserire nella commissione che fara' le riforme rappresentanti di regioni ed enti locali.

Terzo punto di svolta, l'impegno ad anticipare gia' nella legge finanziaria del '97 il cambiamento istituzionale, inserendo ''passi concreti e coerenti di federalismo fiscale''. ''E' un disegno chiaro e coerente che, se ci sara' come mi auguro, sara' anche un messaggio forte e credibile del governo di centro-sinistra'', aggiunge Chiti. (segue)

(Pnz/Zn/Adnkronos)