ELEZIONI: FAZ, SOLO D'ALEMA HA SAPUTO USARE LA LEGGE ELETTORALE
ELEZIONI: FAZ, SOLO D'ALEMA HA SAPUTO USARE LA LEGGE ELETTORALE

Francoforte, 24 apr. (Adnkronos) - La vittoria elettorale della sinistra e' il frutto di un abile sfruttamento del sistema elettorale. Lo spiega la ''Frankfurter Allgemeine Zeitung'', in una lunga e dettagliata analisi firmata dal corrispondente da Roma Heinz-Joachim Fischer. La sinistra ha conquistato la maggioranza assoluta alla Camera pur avendo ottenuto meno voti della destra. Opposto il risultato per il Senato.

In termini numerici assoluti - rileva la FAZ - si sarebbe arrivati a quella situazione di stallo o pareggio che era stata prevista e temuta. Ma proprio per prevenire quell'eventualita' era stata concepita, tre anni fa, la nuova legge elettorale, che ha funzionato a dovere. E qui sta - prosegue l'articolo - ''il capolavoro tattico'' di D'Alema. Piu' attento a garantirsi delle maggioranze che alle persone o ad i contenuti, il leader del Pds ha capito che la battaglia solitaria della Lega, andata alle urne senza alleati, avrebbe abbassato la soglia della maggioranza. Come si e' visto, addirittura nella misura del dieci per cento da essa ottenuto, a tutto detrimento del centrodestra, ideologicamente piu' vicino a Bossi.

Questo spiega perche' Umberto Bossi - scrive ancora Fischer - ha commentato amaramente che il Nord ha votato contro i propri interessi, sebbene la Lega abbia guadagnato in percentuale ed in voti. Con gli accordi di desistenza, D'Alema ha poi trovato il modo di ''ingabbiare e disinnescare'' gli ingombranti concorrenti di Rifondazione comunista. A destra, invece, i voti andati agli ''emarginati'' della Fiamma sono venuti puntualmente a mancare al Polo. (segue)

(Nor/Gs/Adnkronos)