ELEZIONI: PDS, IL SIMBOLO DELL'ULIVO NON SCOMPARIRA'
ELEZIONI: PDS, IL SIMBOLO DELL'ULIVO NON SCOMPARIRA'
ZANI, GRUPPI SEPARATI MA CON PATTO DI CONSULTAZIONE

Roma, 22 Apr. (Adnkronos)- Il simbolo dell'Ulivo non deve scomparire. Non e' solo una questione di bandiera, ma l'insegna che ha portato alla vittoria lo schieramento di Romano Prodi rischia di restare fuori dal Parlamento, visto l'assetto con il quale vanno configurandosi i gruppi parlamentari del centro-sinistra. La questione e' stata affrontata dal coordimento del Pds, riunitosi oggi a Botteghe Oscure con la partecipazione dei segretari regionali, per analizzare l'andamento del voto e fissare un calendario dei prossimi appuntamenti politici.

''Prendiamo atto che la lista Dini ha gia' fatto sapere che intende costituire in Parlamento un proprio gruppo e cosi' il Ppi. Certo e' stata una decisione presa in modo molto rapido ma e' una scelta che giudichiamo sostanzialmente saggia -ha detto al termine della riunione Mauro Zani, coordinatore della segreteria fresco di rielezione- anche per evitare di forzare la situazione''.

Cosi' il Pds ha imboccato una strada in un certo senso gia' tracciata e si appresta a dare vita con Laburisti, Cristiano Sociali, Comunisti Unitari ed esponenti della Rete, al gruppo Pds-Sinistra Europea conservando un nome che e' servito a raccogliere il piu' alto numero di eletti tra Camera e Senato. Tuttavia, ha aggiunto Zani, ''il simbolo dell'Ulivo non scomparira'. Riteniamo che l'insegna dell'alleanza per il governo debba essere in campo gia' a partire dal prossimo turno elettorale amministrativo e per l'elezione dell'assemblea regionale in Sicilia''.

Nella tredicesima legislatura le componenti dell'Ulivo marceranno comunque insieme. ''L'esperienza e il valore aggiunto costituito dall'alleanza non deve venire meno. Per questo -ha aggiunto Zani- dovra' esserci almeno un patto di consultazione permanente per stabilire, di volta in volta, l'atteggiamento comune da tenere nello svolgimento dell'attivita' legislativa''. Un metodo che verra' inaugurato con l'assemblea dei parlamentari dell'Ulivo per designare i nuovi presidenti del Senato e della Camera. Un appuntamento da tenere prima del 9 maggio, giorno di inaugurazione della tredicesima legislatura. (segue)

(Ruf/Zn/Adnkronos)