ELEZIONI: SELVA, I CATTOLICI HANNO PREFERITO L'ULIVO
ELEZIONI: SELVA, I CATTOLICI HANNO PREFERITO L'ULIVO
''MA LA SINISTRA HA ESCOGITATO UN MOSTRO BOTANICO''

Roma, 24 apr. - (Adnkronos) - ''In larga parte, il mondo cattolico ha preferito l'Ulivo''. Secondo Gustavo Selva e' questa la ragione principale della sconfitta del Polo il 21 aprile. ''Nonostante gli appelli all'equidistanza e alla neutralita' lanciati dalla gerarchia e in primo luogo dal Papa -scrive il deputato di An sul 'Secolo d'Italia'- vescovi e parroci hanno preso una loro strada, ignorando l'invito rivolto agli elettori a decidere liberamente, scegliendo fra i candidati quelli piu' aperti agli insegnamenti della chiesa indipendentemente dal partito di appartenenza''.

''Sotto l'Ulivo -prosegue Selva- hanno trovato riparo per la stragrande maggioranza proprio quelli che con i principi cristiani hanno poco o niente a che spartire. I cattolici che hanno votato per Prodi non si sono accorti del mostro botanico escogitato dalla sinistra: rami d'ulivo spuntati da un tronco di quercia provvisto di antiche, salde e non rinnegate radici comuniste. Si sono fermati all'apparenza, lasciandosi suggestionare dal simbolo e trascurando cosi' la sostanza''.

(Pol/Zn/Adnkronos)