GOVERNO: PRC VOTA FIDUCIA E SI ASPETTA PRESIDENZE COMMISSIONI (2)
GOVERNO: PRC VOTA FIDUCIA E SI ASPETTA PRESIDENZE COMMISSIONI (2)

(Adnkronos) - Prodi, fanno notare i giornalisti, ha gia' escluso la reintroduzione della scala mobile. ''Non mi sono mai illuso -replica Bertinotti- che una volta avanzata una proposta, questa venga immediatamente accolta... C'e' tempo che maturi''.

Poi, la questione della privatizzazione della Stet. E quando qualcuno gli chiede se sarebbe pronto a dire 'bocceremo il governo dell'Ulivo sulla Stet', Bertinotti reagisce cosi': ''vi dovrete abituare all'idea che non ci riuscirete a far dire una cosa che non vogliamo dire. Ci proponete uno schema della politica che rifiutiamo. La politica non si esprime soltanto nei numeri in Parlamento. I numeri in Parlamento possono anche cambiare sulla base di processi che avvengono nel Paese. Noi non siamo chiamati istantaneamente ogni volta ad un si' o un no. Se scegliessimo questa strada, gia' oggi staremo nel governo oppure all'opposizione. Noi stiamo praticando un'ipotesi diversa: far nascere il governo, confrontarci sui programmi, tentare di influenzarlo. Se voi ci chiedete A o B, noi rispondiamo C''. Bertinotti torna a citare un esempio di elemento negativo: ''se domani il centro sinistra rifacesse una controriforma come quella di Dini, noi a quella voteremmo contro''.

E, ancora sulla Stet, Bertinotti rileva che riguarda ''un elemento di progettazione del futuro della societa'. In alcuni settori strategici torna la questine di quale ruolo pubblico si deve immaginare per realizzare questo elemento di progettazione. Di fronte all'innovazione tecnologica, l'arretramento del pubblico determinerebbe in realta' un processo di riorganizzazione unicamente guidato dalle grandi multinazionali'', ''con un rischio grave di dipendenza dell'Europa e dell'Italia''. Invece, e' necessario ''costruire una grande societa' multimediale delle comunicazioni di massa, dalle strutture di produzione, cioe' la Stet, fino alle strutture di progettazione e di diffusione delle informazioni, cioe' una grande azienda articolata e pubblica''. (segue)

(Rgg/Zn/Adnkronos)