SQUILLANTE: PATANE', NESSUN RIFERIMENTO A MAGISTRATI DA PACIFICO
SQUILLANTE: PATANE', NESSUN RIFERIMENTO A MAGISTRATI DA PACIFICO
IL LEGALE SMENTISCE ''COLLABORAZIONISMO'' DEL PROPRIO ASSISTITO

Roma, 24 apr. -(Adnkronos)- Francesco Patane', legale dell'avvocato Attilio Pacifico indagato per concorso in corruzione con l'ex capo dei gip romani Renato Squillante, sottolinea che ''non si rinvengono negli interrogatori, sia nelle domande che nelle risposte, riferimenti a possibili rapporti illeciti con altri magistrati. Al contrario -osserva- si legge che l'avv. Pacifico ha sempre ignorato l'esistenza di fenomeni corruttivi. Cio' in tutti i suoi interrogatori''.

Patane' precisa quindi che ''non si riscontrano tracce di collaborazionismo, intese nel senso di strumentale atteggiamento utilitaristico. Tanto e' dato ricavare sia dalla prolungata requisitoria del Pm Davigo davanti al tribunale del Riesame espresso per contrastare le richieste di modifica dello status libertatis, sia dalla prolungata detenzione del Pacifico''.

''Un giorno -prosegue Patane'- quando sara' possibile per tutti leggere le dichiarazioni rese dall'avv. Pacifico nei suoi tre interrogatori, si comprendera' che l'ordinanza del tribunale ha interpretato estensivamente le parole scritte sui verbali, forse per dare una spiegazione logica a quelle circostanze o quei comportamenti che, dice il tribunale, rimangono oscuri e quindi da verificare con il rigore di indagine''.

(Mac/Zn/Adnkronos)