FISCO: LE PROPOSTE DELLA COMMISSIONE GALLO SU FEDERALISMO (2)
FISCO: LE PROPOSTE DELLA COMMISSIONE GALLO SU FEDERALISMO (2)

(Adnkronos) - L'ipotesi piu' interessante riguarda l'istituzione dell'Ipar (Imposta per l'autonomia regionale) che colpisce il valore aggiunto prodotto dalle imprese. L'imponibile in particolare corrisponde alla somma delle remunerazioni dei fattori produttivi impiegati, quindi comprende i salari e gli stipendi, gli utili d'impresa, gli interessi, i dividendi e i canoni pagati per un ammontare (a valori '94) di un milione 194 mila miliardi. Data la base cosi ampia, l'Ipar puo' essere applicata con una aliquota assai contenuta tra l'1,5 e il 4,5 per cento a seconda dei tributi che si decide di abolire che, nell'ipotesi massima sono Ilor, Iciap, Tassa partita Iva, Patrimoniale imprese, Contributi sanitari e Tassa salute. Un punto di aliquota determina un maggior gettito (a valori '94) di circa 10.000 miliardi, pari a circa il 7 per cento delle spese correnti delle regioni.

La soppressione di una pluralita' di prelievi con basi imponibili ristrette e aliquote diverse e l'istituzione di una unica nuova imposta con base molto ampia e aliquota uniforme -secondo la Commissione- comportera' una riduzione delle distorsioni presenti nel sistema. In particolare si ridurrebbe fortemente l'attuale discriminazione tra le fonti di finanziamento che vede ora favorito l'indebitamento rispetto al capitale di rischio e all'autofinanziamento. Cio' deriverebbe sia dalla riduzione dell'aliquota sui profitti dal 53,2 al 41 per cento e dall'abolizione della patrimoniale che dal fatto che l'Ipar colpirebbe anche gli interessi passivi. (segue)

(Ric/Pn/Adnkronos)