OCCUPAZIONE: TREU, IL PATTO PUO' PARTIRE DA NAPOLI
OCCUPAZIONE: TREU, IL PATTO PUO' PARTIRE DA NAPOLI
LE RISORSE FINANZIARIE CI SONO GIA'

Napoli, 4 mag. -(Dall'inviato dell'Adnkronos Luca Crecchi)- Partire da Napoli con patti territoriali rivisti e corretti dal grande patto per l'occupazione. Tiziano Treu, ministro del Lavoro, accoglie l'invito del sindaco della citta' partenopea, Antonio Bassolino di iniziare dal Sud, e in particolare dall'area industriale di Napoli, a mettere in atto tutti quegli incentivi e quelle misure chieste da piu' parti per affrontare l'emergenza occupazione.

''Si puo' partire -ha detto parlando a margine di un convegno internazionale sull'Europa e il lavoro svoltosi a Napoli- proprio da questa citta' e dalle altre zone piu' disagiate del Mezzogiorno. Si possono fare molte cose, a partire da quel grande patto da piu' parti richiesto. Il prossimo governo -ha spiegato- potrebbe agire innanzitutto sul fronte dei risparmi controllando ad esempio le pensioni di invalidita' e riorganizzando la spesa sanitaria''.

Quanto alle risorse per favorire nuovi posti di lavoro, secondo Treu ''quelle esistenti sono sufficienti. Basti pensare ai 10 mila mld stanziati in finanziaria, ai fondi per le infrastrutture''. Treu tra l'altro sottolinea che nei mesi scorsi, insieme al ministro delle Finanze, Augusto Fantozzi, e' stato messo a punto un provvedimento ''per incentivare la creazione di piccole e medie aziende basato su alleggerimenti fiscali o contributivi. Progetto che si potrebbe riprendere tranquillamente''. (segue)

(Cre/Pn/Adnkronos)