OLIVETTI: GARUZZO, NON SI LICENZIA PIU', SIAMO COMPETITIVI
OLIVETTI: GARUZZO, NON SI LICENZIA PIU', SIAMO COMPETITIVI

Roma, 4 mag. (Adnkronos) - ''Nessuno ha previsto 6 mila licenziamenti alla Olivetti, abbiamo gia' fatto sacrifici e oggi siamo molto competitivi''. L'ing. Giorgio Garuzzo, fresco vicepresidente dell'Olivetti, dopo aver lasciato tra le polemiche la Fiat, non ci sta a far la parte del manager dei tagli drastici all'occupazione e risponde per le rime alle domande dei due conduttori di 'Money Line', Alan Friedman e Giuseppe Jacobini, durante la registrazione del programma di Raiuno, che andra' in onda domani notte.

Garuzzo, anzi, difende le aziende per cui ha lavorato per tanti anni:''I problemi di questo Paese non sono solo l'Olivetti e la Fiat, che anzi hanno investito molto e oggi sono molto competitive. E se non lo fossero sarebbero distrutte dalla concorrenza, dato che il monopolio e' ormai finito da tempo. Le aziende non possone tenere personale in eccesso perche' in questo caso fallirebbero. La realta' e' che la gente continua ad investire in Bot perche' lo Stato gli da' un interesse del 9 p.c. che naturalmente l'impresa ha difficolta' a garantirgli. Finche' si protrarra' questo stato di cose e non si mettera' mano al costo del denaro anche gli imprenditori avranno difficolta' ad operare. E questo significa posti di lavoro in meno''. (segue)

(Rem/Gs/Adnkronos)