COMMERCIO SOLIDALE: DOMANI PRIMA ''GIORNATA EUROPEA''
COMMERCIO SOLIDALE: DOMANI PRIMA ''GIORNATA EUROPEA''

Roma, 10 mag. (Adnkronos)- In Europa sono 2.500, in Italia 210, e vendono (quasi) direttamente dal produttore al consumatore, cercando di ottenere per il primo condizioni vantaggiose e per il secondo prodotti esenti da speculazioni e adulterazioni. Sono le ''Botteghe solidali'', catene di negozi -un'evoluzione dei negozi alternativi degli anni '70- che importano da Africa, Asia e America latina prodotti non solo folkloristici ma anche alimentari di largo uso come caffe', zucchero, cereali e cioccolato. La rete europea inaugura domani la prima ''Giornata europea delle Botteghe del commercio equo e solidale'', durante la quale in ogni punto vendita in Italia e negli altri 12 paesi del ''network'' si potranno gustare assaggi dei prodotti in vendita e informarsi sul commercio solidale. Quest'anno inoltre saranno organizzati incontri con i fornitori africani.

Il meccanismo proposto dalle botteghe solidali e' semplice: importare nel nord del mondo prodotti del Terzo mondo senza l'intermediazione delle multinazionali, con almeno due effetti: assicurare tariffe ''non da fame'' ai produttori locali e fornire la clientela europea di prodotti non adulterati e con la garanzia di assenza di sfruttamento economico. In Italia l'importazione e' curata dalla Ctm, Cooperazione Terzo mondo.

(Sec/As/Adnkronos)