DIRIGENZA PUBBLICA: CONDIZIONI PER UN'AUTONOMIA RESPONSABILE (2)
DIRIGENZA PUBBLICA: CONDIZIONI PER UN'AUTONOMIA RESPONSABILE (2)
MANIN CARABBA-POSSIBILE CONCILIARE LEGALITA' ED EFFICIENZA

(Adnkronos) - Del nesso tra legalita' ed efficienza dell'azione amministrativa si e' occupato il presidente di sezione della Corte dei Conti, Manin Carabba. Per dire che conciliare le due esigenze (legalita', appunto, ed efficienza) non comporta un rischio di paralisi dell'attivita' del dirigente pubblico, purche' sia chiaro come il controllo sulla gestione sia cosa del tutto diversa dall'azione di responsabilita'.

''Il controllo sulla gestione -ha precisato Manin Carabba- mira a controllare costi, risultati, efficienza dell'amministrazione, e si traduce in avvisi all'amministrazione e in referti al Parlamento. E', in sostanza, un'azione volta a garantire la trasparenza e i risultati. L'azione di responsabilita' puo' anche trarre notizie e informazioni dal controllo di gestione, ma e' cosa assai diversa, che postula tutte le garanzie processuali che sono dovute a ogni cittadino. Si tratta di una distinzione essenziale, e la Corte dei Conti ne e' pienamente consapevole''.

Cosa cambia, quindi in materia di controllo? ''C'e' un grosso progresso, perche' l'accento -ha detto Manin Carabba- passa dal controllo sugli atti a una valutazione dei risultati dell'attivita'. Il che accresce la responsabilita' del dirigente, ma non in senso punitivo, perche' dal punto di vista della responsabilita' per danno erariale le regole restano quelle del processo contabile''. (segue)

(Ctz/Pn/Adnkronos)