PENSIONI: MINELLI (CGIL), SPERIAMO NELLA CONSULTA
PENSIONI: MINELLI (CGIL), SPERIAMO NELLA CONSULTA

Roma, 10 mag. -(Adnkronos)- ''I pensionati e il paese devono sperare che la Corte Costizionale faccia una valutazione politica delle ordinanze della Cassazione e dia ragione al decreto legge del governo''. Il segretario nazionale della Spi Cgil, Raffaele Minelli, si dice preoccupato della decisione della Cassazione che, ''se venisse confermata dalla Consulta, darebbe spago agli affossatori dello Stato sociale e a chi vuole smantellare il sistema pensionistico, facendo pagare le conseguenze a tutti i pensionati''.

''Se la Corte Costituzionale dovesse confermare le ordinanze della Cassazione, la situazione dei conti pubblici diventerebbe infinitamente piu' drammatica di quanto non lo sia adesso'', spiega Minelli. Il quale riconosce che in termini di diritto la Cassazione ha preso una decisione non criticabile: ''la suprema Corte ha sottolineato i punti deboli del decreto riconoscendo l'esistenza di un diritto dei singoli, ma la speranza e' che nella Corte Costituzionale prevalga un'intepretazione politica e non di mero diritto, privilegiando l'interesse collettivo rispetto a quello, pur sacrosanto, dei singoli pensionati. Altrimenti -aggiunge- per i pensionati sarebbe una vittoria di Pirro, con conseguenze catastrofiche sull'impianto dello stato sociale''.

''La vicenda -conclude- dimostra ancora una volta la gravita' del comportamento dell'Inps che, in tutti questi anni, ha preferito chiudere gli occhi facendo alla fine scoppiare il bubbone''.

(Lio/Pn/Adnkronos)