VIOLANTE: RIFLETTERE SU RESISTENZA E SUI VINTI DI IERI
VIOLANTE: RIFLETTERE SU RESISTENZA E SUI VINTI DI IERI
'CAPIRE LE RAGIONI SENZA REVISIONISMI FALSIFICANTI'

Roma, 10 mag. (Adnkronos) - Una riflessione ''sui vinti di ieri''; uno sforzo di comprensione delle ragioni che cinquanta anni fa hanno visto gli italiani dividersi tra Resistenza e Repubblica di Salo'. A sollecitare l'una e l'altro e' stato Luciano Violante nel suo primo discorso da presidente della Camera. Una presa di posizione positivamente commentata da Alleanza Nazionale, che ha finito per applaudire Violante dopo averlo accolto con freddezza all'ingresso nell'Aula di Montecitorio.

''Mi chiedo - ha detto Violante - se l'Italia di oggi non debba cominciare a riflettere sui vinti di ieri. Non perche' avessero ragione, o perche' bisogna sposare, per convenienze non ben decifrabili, una sorta di inaccettabile parificazione tra le due parti. Bisogna sforzarsi di capire, senza revisionismi falsificanti, i motivi per i quali migliaia di ragazzi e soprattutto di ragazze, quando tutto era perduto, si schierarono dalla parte di Salo' e non dalla parte dei diritti e della liberta'''.

''Questo sforzo, a distanza di mezzo secolo, aiuterebbe a cogliere la complessita' del nostro Paese, a costruire la Liberazione come valore di tutti gli italiani, a determinare i confini di un sistema politico nel quale ci si riconosce per il semplice e fondamentale fatto di vivere in questo Paese, di battersi per il suo futuro, di amarlo, di volerlo piu' prospero e piu' sereno. Dopo, poi, all'interno di quel sistema, comunemente condiviso, ci potranno essere tutte le legittime distinzioni e contrapposizioni''. (segue)

(Fer/Gs/Adnkronos)