BULGARIA: CONTINUA CROLLO LEV NONOSTANTE PRESTITO FMI
BULGARIA: CONTINUA CROLLO LEV NONOSTANTE PRESTITO FMI

Sofia, 28 mag. (Adnkronos/Dpa)- Il crollo del lev bulgaro e' continuato oggi, nonostante il quarto rinnovo dell'accordo fra il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) ed il governo di Sofia per la concessione di un prestito del valore di 100 milioni di dollari. E' quanto ha reso noto la Banca Nazionale Bulgara (Bnb), rivelando che il tasso di cambio ufficiale rispetto al dollaro e' sceso a 145,15 lev, ovvero una svalutazione del 100 per cento rispetto alle quotazioni di gennaio. Alcuni cambisti privati sono in realta' giunti a trattare il dollaro a 200 lev. La crisi finanziaria aveva provocato nei giorni scorsi il panico dei risparmiatori, che hanno assediato le banche tentando di liquidare i propri depositi. Inoltre, alcuni generi primari, dal pane al petrolio, hanno iniziato a scarseggiare. Dal proprio canto, la Bnb non e' piu' in grado di intervenire sul mercato valutario, dato il crollo delle proprie riserve.

(Red/Zn/Adnkronos)