CECENIA: ELTSIN ARRIVATO A GROZNY
CECENIA: ELTSIN ARRIVATO A GROZNY

Mosca, 28 mag. (Adnkronos/Dpa)- All'indomani della firma di una tregua con i separatisti ceceni, il presidente russo Boris Eltsin e' arrivato a Grozny, accompagnato dal ministro della Difesa Pavel Graciov e da quello degli Interni Anatoly Kulikov. Lo riferisce l'agenzia Interfax, aggiungendo che il presidente russo incontrera' la gente di Grozny e gli abitanti di alcuni villaggi ceceni. Nel pomeriggio parlera' con i soldati della 205esima brigata motorizzata di fanteria, di stanza alla periferia della capitale cecena. Secondo fonti ben informate terra' loro un discorso sul ''pacifico futuro della Cecenia in seno alla federazione russa''. I responsabili della sicurezza -riferisce l'Interfax- avevano chiesto al presidente russo di non affrontare il viaggio, considerato pericoloso per la sua vita. Ma Eltsin, che il 16 giugno dovra' affrontare le elezioni presidenziali, aveva gia' manifestato in passato la sua intenzione di recarsi in Cecenia.

Ieri Eltsin e il leader separatista ceceno Zelimkhan Yandarbev hanno firmato a Mosca un cessate il fuoco che scattera' alla mezzanotte del 31 maggio. Il capo ribelle e la sua delegazione hanno ripreso stamane i colloqui con il primo ministro russo Viktor Cernomyrdin, dopo aver passato la notte in una residenza per gli ospiti del governo russo. Oggi verranno affrontati i dettagli della tregua, dopo 17 mesi di combattimenti, e del previsto scambio di prigionieri. Il portavoce di Eltsin Sergei Medvedev ha riferito che nel frattempo e' stata indetto un cessate il fuoco di tre giorni per preparare il terreno alla vera tregua. Dopo aver ribadito che la questione del futuro status della Cecenia non e' stata affrontata, Medvedev ha citato Eltsin secondo il quale lunedi e' stato ''un giorno storico'' nel quale sono stati fissati i principali aspetti della pace nella tormentata repubblica caucasica.

(Civ/Gs/Adnkronos)