HARDY: DIRITTI AUTORE A DOMESTICA DI 83 ANNI
HARDY: DIRITTI AUTORE A DOMESTICA DI 83 ANNI

Londra, 28 mag. (Adnkronos)- I diritti per l'adattamento cinematografico dei romanzi di Thomas Hardy potrebbero far arrivare inaspettatamente molti soldi nelle tasche di una domestica britannica di 83 anni. La fortunata Ellen Adams -pur non avendo mai conosciuto personalmente il grande scrittore, ma essendo ugualmente una grande estimatrice dei suoi romanzi- si e' trovata infatti ad essere, grazie ad una ''fatale'' catena ereditaria, la destinataria dei diritti per l'adattamento delle opere di Hardy.

Tutto inizio' nel gennaio del 1928, quando lo scrittore mori' ''suddividendo'' i diritti d'autore sulle sue opere in vari cespiti ereditari: una parte ando' alla sua seconda moglie, Florence. Morta nove anni piu' tardi senza lasciare figli, la donna destino' a sua volta il prezioso lascito alla sorella, Eva Dugdale, ed e' a questo punto, che la fortunata ''catena'' si intreccio' con il destino della Adams. La Dugdale, che non si sposo' mai, assunse nel 1940 la fedele domestica Ellen, che le sarebbe stata al fianco fino alla sua morte, nel 1971: con tanta devozione da essere designata dalla sua datrice di lavoro come destinataria dell'eredita'.

Sebbene fino ad oggi la Adams non abbia potuto beneficiare del lascito, il progetto di realizzare ben cinque film tratti da opere di Hardy -avanzato recentemente da vari produttori cinematografici- fanno ben sperare la donna. La strada, comunque, sembra essere ancora in salita, dato che il periodo di durata dei diritti d'autore scadra' tra due anni, ed i produttori potrebbero decidere di attendere fino a quel momento, prima di mettersi all'opera.

(Red/Gs/Adnkronos)