IMMIGRAZIONE: JEAN-MARIE LE PEN, ''INVASIONE SENZA ARMI''
IMMIGRAZIONE: JEAN-MARIE LE PEN, ''INVASIONE SENZA ARMI''

Los Angeles, 28 mag. -(Adnkronos)- ''L'immigrazione dal Terzo mondo rappresenta un reale pericolo di sopraffazione. Il fatto che essa avvenga senza l'uso di armi non significa che essa non rappresenti un'invasione''. Lo afferma Jean-Marie Le Pen, leader del Fronte nazionale francese, in una lunga intervista al ''Los Angeles Times''. La gente che viene in Europa da Paesi d'oltremare, spiega l'esponente dell'estrema destra all'intervistatore Scott Kraft, ha una forte identita' culturale e religiosa, che ne rende ardua l'integrazione. Non e' come negli Usa, che sono un Paese nuovo e ricco di spazio, dove ad esempio i messicani hanno almeno un tratto comune con gli americani, essendo cristiani. ''Noi invece - continua Le Pen - viviamo in nazioni antiche e dallo spazio limitato e dobbiamo confrontarci con la pressione dell'Islam, ovvero con un sistema di valori, costumi ed abitudini completamente diverso dal nostro''. La civilta' occidentale - aggiunge Le Pen - e' ''come la gallina dalle uova d'oro. Se essa muore, non ci saranno piu' uova. Il livello zero e' di conseguenza il solo accettabile per l'immigrazione''.

(Nor/Pn/Adnkronos)