INDIA: PROFILO DI DEWE GOWDA (RIF.N.306)
INDIA: PROFILO DI DEWE GOWDA (RIF.N.306)

Nuova Delhi, 28 mag. (Adnkronos/Dpa)- Il 12esimo premier della storia dell'Unione Indiana, Hardhanahalli Dodde (H.D.) Dewe Gowda, non e' una figura nota a livello nazionale e non appartiene alla tradizionale elite ''nordista'' che governa l'India dall'indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1947. Nato il 18 maggio 1933 a Hardhanahalli, nello Stato meridionale del Karnataka, in una famiglia appartenente all'alta casta agricola dei Vokkaligas, Dewe Gowda non parla le due lingue ufficiali dell'India, l'inglese (prevalente nel sud) e l'hindi (parlato nel nord), ma solo il Kannada, l'idioma del Karnataka, dove ricopre dal 1994 la carica di premier. La capitale del Karnataka, Bangalore, e' il centro dell'industria ad alta tecnologia indiana.

Ingegnere per professione, anche se ama farsi chiamare ''figlio della terra'', Gowda era stato candidato premier dal Fronte unito (Uf), eterogenea coalizione di 14 partiti di sinistra e populisti, dopo la rinuncia dei due leader dell'Uf, l'ex premier Vishwanath Pratap Singh (1987-89), aristocratico capo del partito socialdemocratico ''Janata Dal'', e il leader del Partito comunista marxista, Jyoti Basu, premier del Bengala Occidentale. Entrato in politica nel 1962 nelle file del Congresso, Gowda trascorse 18 mesi di carcere durante lo Stato di emergenza imposto nel 1975-76 dalla premier Indira Gandhi e negli anni '80 si uni' al ''Janata Party'' di V.P. Singh. Ma nel 1989 il suo tentativo di far confluire nel Fronte il partito regionale dello Stato meridionale del Tamil Nadu ''All India Anna Dravida Munnetra Kazhagam'' (Aiadmk) indusse i rivali del ''Dravida Munnetra Kazhagam'' (Dmk) ad abbandonare il governo di Nuova Delhi e a far naufragare la coalizione di Singh. Alleatosi al Partito del Congresso, l'Aiadmk e' stato spazzato via nelle elezioni di aprile dalla Lok Sabha di Nuova Delhi e dall'assemblea di Madras.

(Lun/Zn/Adnkronos)