ISRAELE: 1.300 GIORNALISTI COPRIRANNO LE ELEZIONI
ISRAELE: 1.300 GIORNALISTI COPRIRANNO LE ELEZIONI

Tel Aviv, 28 mag. -(Adnkronos)- Domani si sapra' quale sara' il futuro del processo di pace in Medio Oriente. E quanta sia l'attesa e quale sia il livello di incertezza per il risultato e' dimostrato dall'''esercito'' di giornalisti che seguiranno l'evento, mai cosi' imponente come questa volta. Ottocento cronisti sono giunti alla spicciolata in Israele unicamente per coprire le elezioni di domani -considerate il momento piu' critico della storia del Paese- e si uniranno agli oltre 500 corrispondenti che normalmente risisedono in Israele. In totale sono circa 1.300, una numero impressionanete se si pensa che nel 1992, quando i laburisti di Yitzhak Rabin conquistarono il governo, i giornalisti accreditati erano appena 270.

Entrambi i canali televisivi israeliani garantiranno una copertura completa dell'avvenimento: ''Channel 1'' e ''Channel 2'' forniranno due diversi ''exit poll'' immediatamente dopo la chiusura dei seggi -che avverra' alle 22 ora locale, le 21 in Italia- e proseguiranno tutta la notte a fornire i dati che mano a mano che questi giungeranno. In passato gli exit poll hanno dato risultati piuttosto precisi riguardo il risultato finale delle elezioni: in ogni caso i dati definitivi sono attesi non prima di venerdi.

(Neb/Pn/Adnkronos)