ISRAELE: CACCIA ALL''ENDORSEMENT', NETANYAHU IN RECUPERO
ISRAELE: CACCIA ALL''ENDORSEMENT', NETANYAHU IN RECUPERO

Gerusalemme, 28 mag. -(Adnkronos)- A ventiquattro ore dalle elezioni che potrebbero cambiare il futuro del processo di pace in Medio Oriente, Shimon Peres e Benjamin Netanyahu sono alla ricerca degli ultimi ''endorsement''. Con gli ultimi sondaggi che danno il premier uscente con meno di un punto e mezzo di vantaggio sul leader del Likud, 49,5 a 47,1 -sondaggio effettuato prima del faccia a faccia televisivo di domenica scorsa, e che a detta di molti e' stato vinto da Netanyahu- l'appoggio di influenti esponenti dell'opinione pubblica israeliana e mondiale potrebbe infatti risultare determinante.

Mentre Peres sembra ormai poter contare sul voto degli arabi israeliani -da sempre uno dei fattori decisivi nelle elezioni israeliane- convinti della necessita' di schierarsi con il premier a dispetto della recente campagna militare in Libano e della chiusura dei territori palestinesi, lo sfidante, galvanizzato dal confronto televisivo di domenica, ha ottenuto l'appoggio dei circa 250mila elettori ultra ortodossi e soprattutto del rabbino centenario Eliezer Schach, capo dell'ortodossia est europea. Con l'opinione pubblica israeliana praticamente divisa a meta', il futuro del processo di pace potrebbe quindi essere deciso dal comportamento degli arabi di Jaffa o dagli ebrei ultranazionalisti degli insediamenti attorno a Gerusalemme: non bisogna inoltre sottovalutare, sottolineano gli esperti, come si schiereranno gli oltre 650mila immigrati dalla ex Unione Sovietica, le cui preferenze rappresentano tuttora una incognita.

(Neb/Pn/Adnkronos)