ISRAELE: IL ''JERUSALEM POST'' CONTRO SHIMON PERES
ISRAELE: IL ''JERUSALEM POST'' CONTRO SHIMON PERES

Tel Aviv, 28 mag. -(Adnkronos/dpa)- ''Dopo la bancarotta della sua ideologia socialista, la sinistra israeliana ha trovato una nuova religione. Il nuovo credo e' altrettanto rigido, dottrinario, irrealistico ed insensibile ai fatti che contraddicono il dogma. Il suo nome e' il 'processo di Oslo' ed il suo messaggio e' il 'nuovo Medio Oriente' propagandato da Shimon Peres''. Lo sferzante attacco alla politica del governo israeliano a guida laburista viene dal ''Jerusalem Post'', il quotidiano di lingua inglese che pubblica oggi un commento elettorale.

''Peres si richiama ad articoli di fede che non hanno riscontro nella realta' - prosegue il ''Post'' - basti pensare che una settimana prima della firma del primo accordo di Oslo, egli parlava della 'fine di cent'anni di terrore e dell'inizio di un secolo di dialogo e buon vicinato'. Cio' che e' seguito e' la piu' grave e sanguinosa serie di attentati terroristici che questo Paese abbia mai conosciuto''. ''Il voto di domani - conclude il giornale - e' una chiara scelta tra il realismo ed i sogni ad occhi aperti''.

(Nor/Pn/Adnkronos)