BAUDO: GIULIETTI, PER RAGIONI IMPRESA ENTRO GIUGNO NUOVO CDA (2)
BAUDO: GIULIETTI, PER RAGIONI IMPRESA ENTRO GIUGNO NUOVO CDA (2)
MINOLI, MEGLIO NUOVA LEGGE MA BISOGNA FARE IN FRETTA

(Adnkronos) - Le preoccupazioni di un politico come Giulietti trovano eco anche tra gli ''addetti ai lavori''. Dall'interno dell'azienda, il direttore di Format Giovanni Minoli invita a dare presto un nuovo vertice, per una volta tanto competente, alla Rai la cui caratteristica produttiva risiede proprio nella progettazione. ''Molto meglio'', osserva Minoli, una legge di riforma sulla nomina degli amministratori ''se si riuscisse a farla in fretta. Quella attuale e' stata pensata per una rapida transizione, nomina di fatto cinque amministratori delegati e mezzo, dove il mezzo sta per il direttore generale. Nessuna azienda al mondo puo' essere gestita cosi'''.

La Rai, afferma il direttore di Format, autore e conduttore di ''Mixer'', ''ha bisogno di certezze, di strategie, linee editoriali, ruoli. Ai lavoratori dell'azeinda bisognerebbe fare un monumento perche' non e' facile andare in onda cosi'... E' difficile progettare in queste condizioni, in un settore dove la progettazione e' nella natura delle cose che si fanno''. Tanto per esser chiari, magari ''uno pensa a uno sceneggiato che sara' realizzato da un altro e mandato in onda da un altro ancora su cui ricadranno colpe o meriti del primo...''. Senza contare il fatto che ''nessun network al mondo -prosegue Minoli- ha avuto un ricambio di top manager cosi', in piu' con persone che spesso dicono che la tv non la conoscono, non gli piace e gli fa anche un po' schifo...''. C'e' poi da fare i conti con l'avvento delle nuove tecnologie per cui alla Rai occorre innanzitutto ''l'accesso legislativo'' e che rende ''un po' obsoleto'' il discorso che si continua a fare sulle reti'': ''meglio -osserva il direttore di Format- parlare di quote di mercato''.

Quanto a Pippo Baudo in vacanza forzata dal video, Minoli, che pure in passato non ha risparmiato critiche agli ''sforamenti'' dei programmi del direttore artistico, gli augura di ''risolvere al piu' presto i suoi problemi, perche' -conclude- e' un grande professionista e il varieta' e' sempre utile all'azienda''.

(Val/Pn/Adnkronos)