RIFORME: D'ONOFRIO, PRESTO RISPOSTA POLO A PRESIDENTI CAMERE
RIFORME: D'ONOFRIO, PRESTO RISPOSTA POLO A PRESIDENTI CAMERE
''BERLUSCONI D'ACCORDO A PARTIRE SUBITO, MA ULIVO DICA LA SUA''

Roma, 28 Mag. (Adnkronos)- ''La riunione congiunta di tutti i presidenti di gruppo, alla prezenza dei Presidenti del Parlamento, e' sede autorevole ed idonea affinche' venga chiarito in fretta da parte di tutte le forze politiche se e con quale piede puo' partire il lavoro sulle riforme in questa legislatura''. Il presidente dei senatori Ccd Francesco D'Onofrio, reduce da tre ore di colloquio in via dell'Anima, annuncia ''tempi rapidi'' per una scelta definitiva del Polo su quale strumento proporre per le riforme costituzionali.

''Berlusconi -racconta D'Onofrio- e' d'accordo: non va sprecato altro tempo. Nel dibattito sulla fiducia al governo alla Camera indichera' linee e obbiettivi politici del Polo sulle riforme. Subito dopo, prima della riunione congiunta convocata da Mancino e Violante, ci sara' una riunione di tutti i capigruppo del Polo per dare in quella sede una indicazione operativa unitaria''.

''Per parte mia -aggiunge l'esponente della Vela- non ho dubbi. A Berlusconi ho ripetuto che e' assolutamente inaccettabile la strada di riforme fatte a spizzichi e bocconi indicata da Prodi in Senato. Se pero' si vuole dare una risposta alle preoccupanti posizioni leghiste e al malessere sempre piu' diffuso in tutto il Paese, non si possono aspettare i tempi di una Costituente e rischiare il nulla di fatto per la coincidenza con il semestre bianco di Scalfaro. Chi, dunque, nella maggioranza attacca la Costituente non per ragioni di principio ma di tempi, mi trova con lui. Ma ha anche il dovere di dire subito quando e in che modo si intende partire''.

(Tor/Zn/Adnkronos)