NAZISTI: ''PASSAPORTO DI BORMANN'' IN ARGENTINA
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


NAZISTI: ''PASSAPORTO DI BORMANN'' IN ARGENTINA

Buenos Aires, 19 giu. (Adnkronos/Dpa) - E' stato trovato in Argentina un passaporto uruguaiano che sarebbe stato usato da Martin Bormann e che finalmente potrebbe confermare la fuga e la morte in Sudamerica del gerarca nazista sfuggito alla disfatta del Terzo Reich. A dare la notizia e' oggi la stampa argentina, venuta a conoscenza dell'esistenza di questo passaporto - intenstato a Ricardo Bauer- tramite un misterioso personaggio secondo il quale Bormann avrebbe vissuto in Cile e in Argentina dalla fine della guerra, morendo poi di febbre gialla nel 1975.

L'uomo, che ha voluto mantenere l'anonimato e non ha potuto celare un forte accento tedesco, ha fatto le sue rivelazioni ai giornalisti della citta' di Bariloche, da dove, all'inzio dell'anno, l'ex ufficiale delle Ss Erich Priebke e' stato estradato in Italia, dove e' imputato al processo per il massacro delle Fosse Ardeatine. ''Vi descrivero' la morte di Bormann come e' avvenuta veramente'', ha promesso l'uomo ai giornalisti argentini. Nonostante molti siano stati sempre convinti che il ''braccio destro'' di Adolf Hitler fosse riuscito a fuggire in America, nel 1973 la polizia tedesca annuncio' di aver rinvenuto lo scheletro del nazista, sostenendo che il gerarca si era suicidato alla caduta di Berlino, nel maggio 1945.

(Red/Gs/Adnkronos)