I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Mosca. Il Presidente russo Boris Eltsin ha incontrato stamane il vicepresidente degli Stati Uniti Al Gore nel sanatorio di Barvikha, 20 chilometri ad ovest della capitale russa. L'incontro, originariamente previsto per la giornata di ieri, era stato rinviato dopo l'improvvisa partenza del capo del Cremlino per le vacanze, ''necessarie per la stanchezza accumulata durante la campagna elettorale'', secondo le parole di un portavoce russo. Il rinvio aveva innescato una ridda di voci sullo stato di salute di Eltsin. L'ospite americano si e' congratulato per la vittoria elettorale di Eltsin, che a sua volta ha indicato nel risultato del 3 luglio scorso ''la vittoria della politica di riforme''. Al centro dei colloqui, i temi piu' attuali delle relazioni bilaterali.

Gerico. Arafat rifiuta di incontrare il consigliere di Netanyahu. Dore Gold aveva chiesto un colloquio con Arafat in vista del viaggio, giovedi' prossimo, del premier israeliano in Egitto. Il presidente dell'Autorita' nazionale palestinese avrebbe rifiutato l'incontro con Gold perche' non vuole permettere a Netanyahu di utilizzare i contatti con i palestinesi per facilitare i colloqui previsti con il presidente egiziano Mubarak.

Citta' del Messico. Scossa di terremoto di 6,5 gradi della scala Richter ha colpito la costa messicana del Pacifico, causando solo panico tra la popolazione. Non sono state registrate vittime, ne' gravi danni materiali. Il centro sismologico di Golden, nello Stato americano del Colorado, ha localizzato l'epicentro della scossa 280 chilometri a sudovest da Citta' del Messico, nello stato meridionale di Guerrero. La terra ha tremato anche nello stato di Oaxaca e nella citta' turistica di Acapulco.

Bogota'. Arrestati, dalle forze armate colombiane, tre componenti del commando che domenica scorsa aveva rapito Giuseppe Muselli, il tecnico italiano, dipendente della societa' Astaldi. Muselli, ha raccontato l'ambasciatore italiano in Colombia, e' rimasto legato ad un albero diverse ore, prima di riuscire a liberarsi. Il tecnico, che verra' comunque sottoposto ad accertamenti medici, sembra stia bene.

Il Cairo. Uccisa, davanti al Grand Hotel Smirne della capitale egiziana, una turista americana. Judith Iris Goldenberg, 56 anni, e' stata accoltellata da un uomo che la polizia ritiene uno squilibrato. Dalle prime indagini, infatti, sembra da escludere che l'uccisione sia da attribuire a gruppi di integralisti islamici, in passato responsabili di attentati contro turisti stranieri. (segue)

(Sin/Zn/Adnkronos)