I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Belfast. Si riaprono oggi i colloqui di pace sull'Ulster, dopo dieci giorni di violenze e la ripresa degli attentati anche nell'Irlanda del Nord. Ma gli occhi sono puntati sull'incontro tra il ministro degli Esteri irlandese Dick Spring e quello britannico per l'Irlanda del Nord Sir Patrick Mayhew, che dovrebbero tentare di riannodare i rapporti tra Londra e Dublino.

Madrid. Scoperta a Pamplona, alla vigilia dell'arrivo del Tour de France, una bomba dell'Eta, l'organizzazione terroristica basca che accusa gli organizzatori del giro ''di non aver debitamente riconosciuto l'identita' nazionale basca''. Confezionato con quattro chili di esplosivo, l'ordigno era stato collocato in un cassonetto della spazzatura davanti alla filiale di una banca ed e' stato localizzato grazie ad una telefonata anonima. Intanto a Malaga, nel sud della Spagna, poco dopo mezzanotte, una piccola carica e' esplosa di fronte ad un centro commerciale. Nessuna vittime, solo danni materiali.

Washington. Richard Holbrooke torna nella ex Jugoslavia, su richiesta del segretario di Stato americano Warren Christopher, per tentare di isolare il leader serbo bosniaco Radovan Karadzic ed il generale Ratko Mladic, raggiunti la settimana scorsa da un mandato di cattura internazionale del Tribunale per i crimini di guerra dell'Aja. Secondo Holbrooke, tra gli artefici degli accordi di Dayton per la Bosnia Erzegovina, il processo di pace nella regione e' ''ad un punto critico''.

Tokio. Emessa la prima condanna nei confronti di un seguace della setta giapponese Aum Shinrikyo. Kozo Fujinaga, 35 anni, e' stato condannato a dieci anni di prigione per aver ''rilasciato'' il gas nervino Sarin nella citta' occidentale di Matsumoto, provocando la morte di sette persone, e nella metropolitana di Tokio, dove il 20 marzo dello scorso anno morirono 12 persone ed oltre cinquemila rimasero intossicate. Il Tribunale ha inoltre concluso che l'attacco era stato ordinato dal leader della setta, Shoko Asahara, per protestare contro giudici ed cittadini che volevano fermare l'Aum. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)