I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Roma. Rinviata, al 29 luglio, l'udienza del processo Priebke sulla seconda istanza di ricusazione presentata dai due avvocati di parte civile contro il Tribunale militare. Il processo all'ex ufficiale delle SS non potra' giungere a conclusione prima della decisione della Corte d'Appello. Il presidente Quistelli non ha nascosto il suo sconcerto. ''Questo rinvio -ha commentato- significa che la Corte d'Appello vuole riesaminare situazioni che aveva ritenuto gia' infondate. Per adesso andiamo avanti con le parti civili. Poi vedremo... Meno male -ha concluso- che c'e' la Cassazione''.

Roma. Il Csm vuole chiedere accertamenti sui vertici degli uffici giudiziari romani all'Ispettorato generale del Ministero di Grazia e Giustizia. La prima commissione di Palazzo dei Marescialli, infatti, vuole che si svolgano ''accertamenti sull'attivita' di vigilanza dei dirigenti degli uffici giudiziari romani, con riferimento ai fatti e ai magistrati divenuti oggetto di provvedimenti o indagini da parte delle Procure di Milano e Perugia''.

Palermo. Deposizione in video-conferenza del pentito Giuseppe Marchese al processo contro Giulio Andreotti. ''Ho sentito parlare di Andreotti -ha raccontato il collaboratore di giustizia- come di una persona in gamba, ma non so nulla di specifico''. Tra i boss in carcere, ha riferito Marchese, c'era una ''grande stima'' nei suoi confronti. Anche Salvo Lima, secondo il pentito, era stato interessato da Cosa Nostra al primo maxi processo. Marchese ha parlato pure del giudice Corrado Carnevale, una persona che ''faceva favori con le sentenze'', ha detto. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)