BOSNIA: PARTE IL PIANO DI RIARMO AMERICANO
BOSNIA: PARTE IL PIANO DI RIARMO AMERICANO

Sarajevo, 16 lug. (Adnkronos/Dpa)- Gli Stati Uniti varano il loro programma ''arm and train'' (arma ed addestra) per l'Esercito della Federazione croato-musulmana della Bosnia Erzegovina. Il governo bosniaco e la ''Military professional resources Inc.'' (Mpri) di Alexandra, Virginia, hanno firmato un contratto del valore di 500 milioni di dollari (finanziati da Washington) in base al quale la societa' di consulenza militare americana si impegna ad inviare in Bosnia 170 ''consiglieri'' ai comandi del generale a riposo Bill Boice per addestrare nelle strategie, nell'acquisto e nell'impiego delle armi moderne i 55mila effettivi dell'esercito della Federazione, 40mila soldati musulmani e 15mila croati.

''Non vi saranno piu' bombardamenti su Sarajevo e non vi saranno piu' Srebenica -ha dichiarato dopo la firma dell'intesa un portavoce dell'Mpri, societa' che e' anche legata dal settembre 1994 ad un contratto con la Croazia e che si vocifera abbia svolto un ruolo importante nella riconquista croata della Krajina serba- Questa guerra ha un aggressore e una vittima. Non vogliamo creare una forza offensiva, ma nel futuro, se qualcuno vorra' fare la guerra, dovra' essere una lotta pari''. Tramite l'Mpri, Washington spera anche di ''sganciare'' Sarajevo da Teheran, il cui governo islamico ha fornito all'Esercito musulmano 5.000 tonnellate di armi, i due terzi del suo arsenale, nel biennio 1994-95, mentre gli Stati Uniti chiudevano un occhio sulle attivita' iraniane nei Balcani nella speranza di veder riequilibrare le sorti del conflitto in Bosnia.

(Lun/As/Adnkronos)