TAIWAN: SI UCCIDE UN ALTRO GIOVANE CON 'MANUALE DEI SUICIDI'
TAIWAN: SI UCCIDE UN ALTRO GIOVANE CON 'MANUALE DEI SUICIDI'

Taipei, 16 lug. (Adnkronos/Dpa)- Un altro giovane si e' tolto la vita a Taiwan: il settimo che si e' ucciso nell'isola dall'inizio dell'anno con l'''aiuto'' del controverso ''manuale dei suicidi''. La polizia taiwanese ha infatti ritrovato accanto al corpo di Tu Jing-yi, che si e' ucciso per ''elettroesecuzione'' dopo aver attaccato dei cavi elettrici al suo cuore ed alla schiena, alcune pagine del ''Manuale completo del sucidio'', scritto dal giapponese Watanu Tsunumi. Il giovane -che aveva da poco finito il liceo in un istituto della provincia di Chiayi- avrebbe emulato un suo compagno di classe che, lo scorso giugno, si era procurato la stessa morte.

La versione cinese del libro -un autentico vademecum del suicidio, che contempla proprio l'''elettroesecuzione'' tra i metodi piu' ''agevoli'' per togliersi la vita e l'impiccagione, invece, come il meno doloroso- era stata lanciata a Taiwan nel 1994 dall'editore Ever Jasmine, ed aveva venduto ben 10mila copie prima che le autorita' di Taipei lo mettessero all'indice, ordinandone il ritiro. Il libro -nella sua prefazione si legge ''Troppe persone si chiedono perche' i giovani decidono di uccidersi, ma nessuno si e' mai domandato per quale ragione uno dovrebbe decidere di non uccidersi e continuare a vivere''- passa in rassegna 10 possibili metodi per togliersi la vita, fornendo quindi tutte le istruzioni del caso per procurarsi la morte ''scelta''. Il libro parla dei suicidi per: impiccagione, elettroesecuzione, avvelenamento, annegamento, asfissia, congelamento, ''autoincendio'', taglio delle vene, lancio nel vuoto da un edificio e lancio sotto un'auto in corsa.

(Red/Pe/Adnkronos)