CECENIA: LE DATE DEL CONFLITTO (2)
CECENIA: LE DATE DEL CONFLITTO (2)

- (Adnkronos )-

- 9 ottobre: i russi rompono la tregua, in verita' mai rispettata completamente da entrambe le parti, in seguito all'attentato contro il generale Anatoli Romanov, comandante delle truppe russe in Cecenia, che il sei ottobre viene ferito gravemente dall'esplosione di una bomba.

- 14 dicembre: a tre giorni dalle parlamentari russe, in Cecenia le urne sono aperte anche per l'elezione di un nuovo presidente. Lo stesso giorno i separatiristi attaccano la citta' di Gudermes e gli scontri si protraggono per dieci giorni. Anche se il voto, che si svolge dal 14 al 17, viene ampiamente boicottato, viene proclamata la vittoria del candidato unico filorusso Doku Zagayev.

- 9 gennaio 1996: i ribelli ceceni sconfinano nel Daghestan. I ''lupi solitari'' sotto il comando del genero di Dudaev, Salman Raduev occupano l'ospedale di Kizlyar, prendendo in ostaggio 3000 civili. Con alcuni di loro riescono a fuggire a Pervomaskaya, dove rimangono assediati per diversi giorni prima dell'attacco finale delle truppe russe che il 17 radono al suolo il villaggio e uccidono tutti gli ostaggi. Raduev pero' riesce a fuggire e a tornare in Cecenia.

- 31 marzo: in vista delle elezioni presidenziali del 16 giugno, Boris Eltsin lancia un nuovo piano di pace che prevede l'entrata in vigore di un cessate il fuoco a partire dal giorno successivo. Di fatto proseguono i combattimenti.

- 21 aprile: un razzo russo uccide Dudaev. Suo successore Zelimkhan Yandarbaev.

- 27 maggio: Boris Eltsin incontra Yandarbaev al Cremlino, dove viene firmato un accordo sul cessate il fuoco che entrera' in vigore il primo giugno. Il 28 Eltsin visita Grozny.

(Ses/Pn/Adnkronos)