LETTERATURA: ANDRE' MALRAUX AL PANTHEON
LETTERATURA: ANDRE' MALRAUX AL PANTHEON

Parigi, 9 ago. (Adnkronos/Dpa) - Venti anni dopo la morte del grande scrittore Andre' Malraux, le autorita' francesi hanno deciso di traslare i suoi resti al Pantheon, dove sono sepolte le piu' grandi personalita' della storia della Francia, da Voltaire a Rousseau. La decisione e' stata formalizzata in un decreto del presidente francese, Jacques Chirac.

Allo scrittore reso celebre in tutto il mondo dal romanzo 'La condition humaine' (1933), ambientato nella Shangai del 1928, verranno dedicate una serie di cerimonie commemorative nei mesi compresi tra settembre e novembre: il 23 novembre prossimo infatti ricorre il ventesimo anniversario della morte di Malraux, appassionato di archeologia oltre che scrittore e grande viaggiatore impegnato nelle vicende politiche del suo tempo: dopo l'Indocina, nel 1925 ando' in Cina, dove partecipo' agli eventi che sfociarono nella guerra civile. Nel 1936 si arruolo' nelle brigate internazionali a fianco dei Repubblicani spagnoli. Rimase ferito nel 1937, anno in cui pubblico' il romanzo 'L'espoir' ('La speranza').

Tra le sue opere piu' importanti, 'Les Conquerants' ('I conquistatori', 1928, 'La tentation de l'Occident' ('La tentazione dell'Occidente', 1926), 'La voie royale' ('La via regia', 1930), 'Il tempo del disprezzo', ('Le temps du mepris', 1935). Malraux venne chiamato alle armi nel 1940, quindi cadde prigioniero dei tedeschi, ma venne liberato dai partigiani. Dal 1959 al 1969 fu ministro della cultura. Nel novembre 1995 sono stati trasferiti al Pantheon i resti mortali dei Premi Nobel Pierre e Marie Curie. Nel 1988, vi furono traslati i resti di Jean Monnet, uno dei padri dell'Europa.

(Cin/Pe/Adnkronos)