USA '96: IL CUORE GOP BATTE A DESTRA
USA '96: IL CUORE GOP BATTE A DESTRA

San Diego, 9 ago. (Adnkronos) - Batte decisamenente a destra il cuore del Partito repubblicano, alla vigilia della Convention che dovra' consacrare il moderato per eccellenza Bob Dole alla corsa alla Casa Bianca. Piu' intonati ai toni nazionalistici e ultraconservatori dello 'sconfitto' Pat Buchanan che a quelli del ''nominee'' e' infatti la Piattaforma, approvata a San Diego, grazie ad un'estrema opera di mediazioni fra le due anime del Great Old Party. Grande vittima di questo accordo e' infatti l'istanza di tolleranza per chi all'interno del Gop non e' d'accordo con la posizione aggressivamente anti-abortista del Partito.

''Questo e' molto alla Buchanan, non potevamo essere piu' contenti'' ha esultato Angela Buchanan, sorella del ultraconservatore ed estremista commentatore politico sconfitto da Dole alle primarie. Su tutti i temi su cui si giochera' la campagna elettorale - oltre all'aborto, l'immigrazione, l'affirmative action e la politica estera- il documento infatti e' molto piu' ''populista, conservatore e 'buchaniano'' - sottolinea con un neologismo l'Angela, grande attivista anti-aborto- '' di quanto ci saremmo mai potuti sognare''.

A questo punto -mentre i mediatori continuano la loro azione frenetica e Dole mette a punto il suo discorso d'investitura- diventa essenziale la posizione che prendera' Buchanan, che vuole a tutti i costi un riconoscimento ufficiale nel partito. Un piano che mette in grande difficolta' il futuro candidato che invece sognava una convention capace di portare il Gop su un piu' placido binario della moderazione e del compromesso, di cui il 73enne politico e' maestro indiscusso.

(Red/Gs/Adnkronos)