IRAN-TURCHIA: ERBAKAN A TEHERAN PER CONTRATTO SUL GAS
IRAN-TURCHIA: ERBAKAN A TEHERAN PER CONTRATTO SUL GAS

Teheran, 10 ago. (Adnkronos/Dpa)- A cinque giorni dalla firma del D'Amato Act, Necmetin Erbakan, primo ministro della Turchia, paese membro della Nato, e' sbarcato a Teheran per una visita ufficiale di due giorni e la firma di una megacontratto per la fornitura di gas iraniano, il cui valore e' stimato attorno ai 20 miliardi di dollari. Il viaggio, prima missione ufficiale all'estero del neo primo ministro islamista turco, ha provocato scontento sia a Washington che negli ambienti militari di Ankara.

Il contratto non dovrebbe rientrare nelle sanzioni previste dal D'Amato act in quanto prevede investimenti solo sul territorio turco (la legge americana scatta per nuovi investimenti in Libia e in Iran superiori a 40 milioni di dollari), ma suona comunque come uno schiaffo a Washington che ha detto di voler ''seguire con attenzione gli sviluppi della situazione''.

I militari turchi, di tradizione laica e ostili al regime iraniano, hanno invece sottolineato i pericoli per la sicurezza del Paese. Secondo quanto riporta il quotidiano Hurryet, hanno fatto presente a Erbakan che Teheran potrebbe chiudere i rubinetti del gas in ogni momento, in caso di crisi fra i due paesi. (segue)

(Civ/Pe/Adnkronos)