LONDONDERRY: I PROTESTANTI RINUNCIANO A MARCIARE SULLE MURA
LONDONDERRY: I PROTESTANTI RINUNCIANO A MARCIARE SULLE MURA

Londonderry, 10 ago. -(Adnkronos/Dpa)- Dopo i cattolici, anche i protestanti di Londonderry decidono di accogliere gli inviti alla prudenza: gli unionisti hanno infatti deviato la loro manifestazione, rinunciando ad una parte della loro tradizionale marcia lungo le mura della citta', organizzata ogni anno per ricordare il ruolo decisivo avuto nel 1688 dagli ''Apprentice Boys'' delle antiche corporazioni nella difesa della roccaforte protestante dell'Irlanda del nord contro le truppe cattoliche assedianti. Ieri i vertici del Sinn Fein, il braccio politico dell'Ira, erano riusciti a convincere i militanti cattolici di Londonderry a non rispondere alle provocazioni degli unionisti, e a deviare la loro controdimostrazione dai quartieri protestanti. Si temevano comunque scontri e disordini in occasione della marcia di oggi, tanto che le forze dell'ordine avevano bloccato il tratto della cinta muraria che sovrasta il quartiere cattolico di Bogside. Appelli alla clama ed alla responsabilita' erano stati rivolti tanto dai vertici dei partiti e delle gerarchie ecclesiastiche delle due comunita', quanto dal Presidente americano Clinton.

(Ses/Pn/Adnkronos)