CAMPI PRIGIONIA: POUND E WALTER CHIARI A COLTANO (RIF. N.151)
CAMPI PRIGIONIA: POUND E WALTER CHIARI A COLTANO (RIF. N.151)

Roma, 27 ago. (Adnkronos) - Per i libri di storia il campo di prigionia di Coltano non sembra mai essere esistito. Tra gli internati piu' famosi ci furono il poeta americano Ezra Pound e il bersagliere Walter Annichiarico meglio conosciuto con il nome d'arte di Walter Chiari. Aperto il 28 aprile 1945, l'esistenza del campo fu taciuta fino a meta' settembre, dopo che il Comando Alleato aveva trasferito alle autorita' italiana la giurisdizione militare. Per un paio di settimane la stampa si occupo' della vicenda, dopo di che -sostiene lo storico Franco Bandini- su Coltano venne posto ''il segreto''.

A rompere il silenzio e' stato nell'inverno di un anno fa un ex combattente repubblichino, il fiorentino Piero Ciabattini, che ha ricostruito per primo la vicenda del campo di concentramento dimenticato nel libro ''Coltano 1945'' (Mursia), sulla base della sua esperienza di ex internato, delle testimonianze raccolte tra gli ex compagni di prigionia e di alcune ricerche personali condotte in archivi italiani e americani.

Fra 28 aprile e il 1 novembre '45 (giorno della cessazione della sua attivita') il campo di Coltano vide la presenza di 32.300 prigionieri, dei quali 24.717 appartenevano alla truppa delle varie forze armate della Repubblica di Salo'; 3.472 erano ufficiali dell'esercito, 122 ufficiali della marina e 50 ufficiali dell'aeronautica. Fra i prigionari furono individuati anche 359 civili, 994 ex partigiani e 2.056 disertori dell'esercito repubblichino. Fra i prigionieri piu' noti, oltre a Ezra Pound e Walter Chiari, Ciabattini ha scovato i nomi dell'ex gerarca del Partito nazionale fascista Francesco Giunta, il capitano degli alpini Vincenzo Costa, il giocatore di calcio Benito Lorenzi, i generali D'Alba, Farina, Agosti, Frigerio, Bonomi, Giambara e Carloni.

(Pam/Pe/Adnkronos)