CAPELLI: SE CADONO ALLE DONNE COLPA ANCHE DELLA PILLOLA?
CAPELLI: SE CADONO ALLE DONNE COLPA ANCHE DELLA PILLOLA?

Roma, 27 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - La caduta di capelli nelle donne puo' essere indotta da un certo grado di ipotiroidismo correlato con l'assunzione di pillola contraccettiva di ultima generazione. E' quanto risulta dai dati preliminari raccolti da ricercatori dell'Istituto Ortodermico Italiano guidati da Daniele Campo.

''Nel nostro studio - spiegano i ricercatori - abbiamo potuto riscontrare che alcune pazienti affette da alopecia mostravano un ipotiroidismo conclamato mentre la maggioranza era affetta dalla forma subclinica. Tutte queste pazienti si erano rivolte a noi per un diradamento diffuso di capelli e nei casi in cui questo diradamento era piuttosto evidente si poteva riscontrare o l'assunzione di pillole contraccettive di nuova generazione (componente progestinica derivante dal 19-nortestosterone: levonorgestrel o gestodene) o la presenza nei dosaggi ematochimici di un pattern di tipo androgenetico (Dheas, androstenedione e testosterone aumentati)''.

''Questi dati del tutto preliminari - concludono gli autori - ma in accordo con uno studio condotto da Sheffield dove e' stata dimostrata una forma di ipotiroidismo clinico in circa il 10 per cento delle 150 donne che si erano sottoposte a visita per forma diffusa di perdita di capelli, ci consentono soprattutto nel sesso femminile, di correlare un certo grado di ipotiroidismo anche se solo subclinico, con l'assunzione di contraccettivi dell'ultima generazione o perlomeno con un substrato di tipo androgenico; possiamo pertanto evidenziare che un protocollo allargato ad unos tudio approfondito degli ormoni tiroidei deve essere condotto soprattutto in quei casi in cui le pazienti fanno uso di contraccettivi orali di nuova generazione o presentano un pattern clinico tipo alopecia androgenetica''.

(Ria/As/Adnkronos)