CASO CERVIA: CHIESTO RINVIO A GIUDIZIO PER SPROVIERI
CASO CERVIA: CHIESTO RINVIO A GIUDIZIO PER SPROVIERI
SVOLTA NELLE INDAGINI A 6 ANNI DAL RAPIMENTO?

Roma, 27 ago. -(Adnkronos)- A sei anni dal rapimento del sergente di marina Davide Cervia, esperto in guerre elettroniche, sembra esserci una svolta nelle indagini: da qualche giorno una richiesta di rinvio a giudizio per falso in atto pubblico e omissione di atti d'ufficio pende sulla testa del capitano di Fregata, Giorgio Sprovieri, responsabile dell'ufficio personale presso lo Stato maggiore della Marina Militare, firmata dal pubblico ministero romano Antonio Palladini. Lo rivela il settimanale di volontariato ''Vita'' sul mumero in edicola venerdi' prossimo. ''L'inchiesta va avanti -ha confermato il magistrato- anche se al momento non sappiamo dove potra' approdare''.

''Il provvedimento emesso dall Procura -scrive il magazine- pesa come un macigno sulla coscienza della Marina che in sei anni ha fornito cinque fogli matricolati diversi sul curriculum di Cervia. Ed e' proprio nella carriera militare il movente per il rapimento dell'ex sergente. I fogli matricolari raccontano le esperienze professionali dei militari, le specializzazioni conseguite, i corsi di perfezionamento. Su quelli di Cervia -prosegue ''Vita''- congedatosi alla fine dell'83 non compare la vera competenza maturata in servizio. L'ex sergente risulta fosse un G.E., due semplici lettere che stanno per specializzato in Guerra Elettronica, la nuova frontiera dei moderni conflitti. Uno strumento in grado di oscurare i radar nemici e lanciare con precisione assoluta i propri missili. Negare che Cervia fosse esperto di queste cose equivale a negare il motivo del suo rapimento, nonche' il rapimento stesso. Eppure nel corso degli anni i fogli matricolari dell'ex sergente hanno subito variazioni inspiegabili''.

Intanto nei prossimi giorni la moglie di Cervia, Marisa Gentile, fara' recapitare al Presidente della repubblica, 120 mila firme raccolte dal Comitato della verita' costituitosi per far luce sulla misteriosa scomparsa del marito il 12 settembre del '90 a pochi passi della sua abitazione a Velletri.

(Sin/As/Adnkronos)