CASO GHERRI: DIRITTI CIVILI CHIEDE SOTTOSCRIZIONE
CASO GHERRI: DIRITTI CIVILI CHIEDE SOTTOSCRIZIONE

Roma, 27 ago. (Adnkronos) - Il Movimento Diritti Civili dopo la motivazione della sentenza che ha assegnato un milione di risarcimento per la morte del bambino figlio di un contadino, lancia una sottoscrizione pubblica a favore della famiglia per ''riparare -si legge in un comunicato - agli orrori di una legge aberrante che riesce a calpestare anche i diritti elementari delle persone ed a discriminare gli individui in base alla loro origine''. Il leader del Movimento, Franco Corbelli, attacca i magistrati e lo Stato per quella che definisce una ''offesa alla dignita' della persona umana''.

''Mentre in Italia -continua Corbelli- si liquidano addirittura con miliardi di buona uscita dei pentiti criminali perche' rinunciano alla protezione -mentre altri delinquenti incalliti, oggi collaboranti di giustizia, come Felice Maniero, conducono una vita tra lussuosi ristoranti discoteche chic e auto di grossa cilindrata, tutto a spese dello Stato - per quel bambino i giudici scoprono che non esiste alcuna legge che lo tuteli e lo rispetti, anche dopo la morte''.

''Per questo bene ha fatto il genitore a restituire il milione allo Stato iniquo vessatorio e disumano. Diritti Civili si mobilita e chiede a tutti gli italiani di sottoscrivere anche una piccola quota purche' si possano raggiungere almeno 100 milioni da destinare alla famiglia del contadino''.

(Com/Pe/Adnkronos)