GIORNALISTI: TUCCI, CASELLI SI INTERESSA DI PROBLEMI NON SUOI
GIORNALISTI: TUCCI, CASELLI SI INTERESSA DI PROBLEMI NON SUOI

Roma, 3 set. -(Adnkronos)- ''Anche il procuratore di Palermo va al di la' del seminato e si interessa di problemi non suoi: vorrebbe cioe' autodisciplinare il lavoro dei giornalisti nelle inchieste di mafia. Il che equivarrebbe a dire: quando siete vicini a scoprire una verita', fate un passo indietro e non scrivete quello che avete accertato''. Lo dichiara il presidente dell'Ordine dei giornalisti di Lazio e Molise, Bruno Tucci. ''Mi sembra davvero eccessivo questo atteggiamento -aggiunge Tucci- vicinissimo alla costrizione della liberta' di stampa. E quel che piu' stupisce e' che la proposta venga da un alto magistrato che ha sempre difeso a spada tratta i sacrosanti principi della democrazia''.

''Invece di occuparsi dei giornalisti e dell'altrettanto sacrosanto diritto di cronaca -conclude Tucci- Caselli farebbe bene ad accertare come e perche' determinate notizie escano dagli uffici giudiziari. Salvo poi accusare soltanto chi e' riuscito a strappare una verita'. Il fatto strano e' che a pagare, in simili casi, e' solo e soltanto il giornalista che diverse volte e' pure finito in galera''.

(Com/Pn/Adnkronos)