PENTITI: FOJADELLI, SONO NECESSARI ALLO STATO
PENTITI: FOJADELLI, SONO NECESSARI ALLO STATO

Roma, 3 set. (Adnkronos) - Il pentito ''e' assolutamente necessario allo Stato'' per combattere la criminalita'. Ma occorre ''distinguere di volta in volta di quale pentito stiamo parlando, di quale sia la sua condotta e la sua serieta'''. Al Tg4 parla il responsabile della Dda di Venezia, Antonio Fojadelli, uno dei magistrati che si e' occupato del caso di Felice Maniero. Commentando i contenuti della relazione del ministero dell'Interno sui collaboratori di giustizia, Fojadelli ha ribadito la ''necessita' di una disciplina piu' rigorosa'' per quanto riguarda l'ammissione ai programmi di protezione e la gestione dei pentiti. ''I tempi -ha aggiunto- sono maturi per reimpostare l'intero problema''.

Il caso Maniero, ha riconosciuto il magistrato, ''e' stato amplificato dagli organi di informazione''. ''Capiamo benissimo che, agli occhi della gente, chi ha commesso gravi delitti e' abbastanza ripugnante che magari conduca una bella vita. Ma -ha ripetuto- il pentito e' assolutamente necessario allo Stato per la lotta alla criminalita'''.

''Forse -ha aggiunto Fojadelli- si e' chiesto ai magistrati, che non sono ne' culturalmente ne' professionalmente preparati a gestire questo tipo di situzioni, una sovraesposizione''. E probabilmente, ha concluso, ''e' anche vero che talvolta qualche magistrato parla un po' troppo o si lascia andare o sta sopra o sotto le righe''.

(Sin/As/Adnkronos)