PENTITI: SGALLA (SIULP), NON CAMBIARE IN CORSA LE REGOLE
PENTITI: SGALLA (SIULP), NON CAMBIARE IN CORSA LE REGOLE

Roma, 3 set. -(Adnkronos)- ''Le norme sui collaboratori di giustizia, finche' non saranno modificate, vanno rispettate nella loro interezza, senza scorciatoie ne' ''arrangiamenti'' che mettono in forse la serieta' delle istituzioni''. Lo dichiara il segretario generale del Siulp, Roberto Sgalla, che ha partecipato oggi a Corleone alle manifestazioni per ricordare l'attentato al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

''I collaboratori di giustizia, o pentiti che siano -continua Sgalla- sono stati finora utilissimi a nell'indicare nuovi filoni di indagine. Non si deve dare nessun segnale di sfiducia nella loro utilizzazione, anche se e' necessario che osservino scrupolosamente i programmi di protezione, e che a ogni pentimento segua un periodo di verifica, di indagini e di raccolta di prove''.

Sgalla, infine, ha ricordato che per quanto riguarda la lotta alla mafia, lo Stato non puo' trascurare chi si batte in prima linea. ''Chiediamo al ministro Napolitano -ha concluso il segretario generale del Siulp- un impegno e una vigilanza particolare, affinche' dietro la ''collegialita''' del governo non si tentino manovre per abolire alcune specificita' legate alle funzioni esercitate dalle forze di Polizia''.

(Com/Pn/Adnkronos)