PRIEBKE: UN MANOSCRITTO DELL'EX UFFICIALE DELLE SS
PRIEBKE: UN MANOSCRITTO DELL'EX UFFICIALE DELLE SS
PER LE ARDEATINE HO AVUTO ANGOSCIA PER TUTTA LA VITA

Roma, 3 set. -(Adnkronos)- ''Mi attendo di sapere se sono responsabile dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, per la cui partecipazione ho avuto angoscia per tutta la vita. E se mi si ritiene responsabile, come non credo possa ritenersi per me semplice esecutore d'ordine atroce, giusto sarebbe espiare la pena eventuale in Italia''. E' quanto scrive di suo pugno, in un manoscritto, l'ex ufficiale delle Ss, Erich Priebke, che si sofferma anche a precisare che cosa si aspetta dalla Corte di Cassazione che dopodomani dovra' decidere sul ricorso contro l'arresto provvisorio, presentato dai suoi legali.

''Mi aspetto che la Corte di Cassazione -scrive Priebke- che mi risulta essere la suprema interprete della legge italiana, applichi in modo giusto anche per il mio caso, il diritto; e mi aspetto che il governo italiano, passato il tumulto emotivo della prima ora, confermi la sua democraticita', non interferendo nella Corte di Cassazione''.

E sull'arresto operato subito dopo la sentenza di proscioglimento, l'ex ufficiale delle Ss dice: ''E' ingiusto. Penso che il potere politico ed esecutivo della democratica Italia ha commesso un sopruso, arrendendosi ad una violenta protesta della massa. La giustizia popolare, al di fuori delle leggi -conclude Priebke- e' solo espressione di violenza e di vendetta''. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)