SUCCO POMPELMO: INTERFERISCE CON ANTIIPERTENSIVI
SUCCO POMPELMO: INTERFERISCE CON ANTIIPERTENSIVI

Londra, 3 set. -(Adnkronos/Adnkronos salute)- Il succo di pompelmo deve essere evitato in caso di uso del farmaco antiipertensivo nifedipina. Lo avverte la filiale britannica della Bayer che ha confermato oggi di aver proposto alle autorita' sanitarie una modificazione del foglietto illustrativo del suo farmaco antipertensivo a base di nifedipina, tenendo conto delle potenziali interazioni con il succo di pompelmo. La nuova dizione specifichera' che ''il paziente non deve assumere il farmaco contemporaneamente alla bevanda''.

Il direttore medico dell'azienda farmaceutica, dottor Graham Leighton, ha precisato che questa avvertenza e' resa necessaria dal riconoscimento del fatto che il succo di pompelmo puo' potenziare l'effetto di un certo numero di farmaci, tra i quali i calcioantagonisti della famiglia delle diidropiridine.

Bayer UK ha dunque scritto alla Medicines Control Agency per chiedere la seguente aggiunta nel foglietto illustrativo del prodotto:''come per le altre diidropiridine, la nifedipina non deve essere presa con il succo di pompelmo, perche' ne aumenta la biodisponibilita'''.

''Si tratta di una semplice misura precauzionale'', specifica Leighton, il quale aggiunge che:''gia' da tempo erano noti i potenziali effetti del succo di pompelmo, ma non si e' ancora riusciti a conoscere le serie conseguenze cliniche associate all'assunzione della nifedipina. In tutti i modi, i tassi ematici di nifedipina - conclude - possono variare enormemente da paziente a paziente, con o senza succo di pompelmo''.

(Sal/Pn/Adnkronos)