ROMANZI: QUELLO DI NERINO ROSSI FA CAPIRE LA PADANIA
ROMANZI: QUELLO DI NERINO ROSSI FA CAPIRE LA PADANIA

Roma, 4 ott. - (Adnkronos) - Un romanzo per comprendere le radici vere della ''Padania'', che niente hanno a che fare con quelle esaltate da Umberto Bossi: e' quello di Nerino Rossi, ''La pietra forata'', pubblicato da Marsilio. Lo hanno sostenuto all'unisono i senatori Furio Colombo e Sergio Mattarella, il giornalista Emilio Rossi e il regista Florestano Vancini, che hanno presentato ufficialmente a Roma il libro nella prestigiosa Sala del Cenacolo della Camera dei deputati.

''Leggendolo -ha affermato Colombo- si ha l'impressione di essere inseriti nel mondo contadino padano, di essere noi stessi protagonisti del romanzo. Una sensazione difficilmente riscontrabile in altri scrittori. Rossi e' riuscito a pulire la storia narrata dall'artifico narrativo''. ''Questo libro -ha aggiunto- e' profondamente radicato nella cultura padana. Racconta una tradizione e una storia che e' bello riscoprire in questi giorni in cui la 'memoria del nord' e' seriamente minacciata''.

D'accordo con il senatore della Sinistra democratica e' anche il regista Florestano Vancini, autore del film ''La neve nel bicchiere'', ispirato all'omonimo romanzo di Rossi: ''Scrivendo questo nuovo libro l'autore si propone anche come storico, oltre che come romanziere di grande efficacia. Racconta di una classe sociale che e' scomparsa senza lasciare traccia di se', quella contadina, restituendo alla memoria le tradizioni dei nostri padri''.

Ed e' proprio ai ''padri'' che Nerino Rossi ha dedicato la sua ultima fatica: ''E' un atto di gratitudine verso coloro che ci hanno lasciato ricchi di memoria e di benessere''.

(Stg/Zn/Adnkronos)